Documento di sintesi su ammortizzatori sociali introdotti dal D.L. 18/2020 “Decreto Cura Italia”

  • CIGO e assegno ordinario a carico del FIS per le aziende operanti su tutto il territorio nazionale (Art. 19 D. L. n, 18 del 17 marzo /2020)
  • CIGO per le aziende operanti su tutto il territorio nazionale che si trovano già in Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (Art. 20 D. L. n. 18 del 17/03/2020)
  • Assegno Ordinario FIS per le aziende operanti su tutto il territorio nazionale che hanno trattamenti di assegni di solidarietà in corso (Art. 21 D. L. n. 18 del 17/03/2020)
  • Cassa Integrazione Guadagni in Deroga per le aziende operanti nelle “Zone Rosse” (Art. 15 D. L. 2 marzo 2020 n.9)
  • Cassa Integrazione in Deroga per le aziende operanti nelle Regioni Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna (Art. 17 D. L. 2 marzo 2020 n.9)
  • Cassa Integrazione Guadagni in Deroga per le aziende operanti su tutto il territorio nazionale (Art. 22 D. L. n. 18 del 17/03/2020.
  1. CIGO e Assegno ordinario a carico del FIS per le aziende operanti su tutto il territorionazionale

Tipologia aziende ammesse alla CIGO:

  • imprese industriali manifatturiere, di trasporti, estrattive, di installazione di impianti, produzione e distribuzione dell’energia, acqua e gas
  • cooperative di produzione e lavoro che svolgano attività lavorative similari a quella degli operai delle imprese industriali, ad eccezione delle cooperative elencate dal Decreto del Presidente della Repubblica 30 aprile 1970, n. 602;
  • imprese dell’industria boschiva, forestale e del tabacco;
  • cooperative agricole, zootecniche e loro consorzi che esercitano attività di trasformazione, manipolazione e commercializzazione di prodotti agricoli propri per i soli dipendenti con contratto di lavoro a tempo indeterminato;
  • imprese addette al noleggio e alla distribuzione dei film e di sviluppo e stampa di pellicola cinematografica;
  • imprese industriali per la frangitura delle olive per conto terzi;
  • imprese produttrici di calcestruzzo preconfezionato;
  • imprese addette agli impianti elettrici e telefonici;
  • imprese addette all’armamento ferroviario;
  • imprese industriali degli enti pubblici, salvo il caso in cui il capitale sia interamente di proprietà pubblica;
  • imprese industriali e artigiane dell’edilizia e affini;
  • imprese industriali esercenti l’attività di escavazione e/o lavorazione di materiale lapideo;
  • imprese artigiane che svolgono attività di escavazione e di lavorazione di materiali lapidei, con esclusione di quelle che svolgono tale attività di lavorazione in laboratori con strutture e organizzazione distinte dalla attività di

Tipologia aziende ammesse all’assegno Ordinario del FIS:

  • Aziende iscritte al FIS con più di 5 dipendenti operanti in settori per i quali non sono stati stipulati accordi per la creazione di fondi bilaterali e che non rientrano nell’ambito di applicazione della CIGO E CIGS

Criteri e condizioni per accedere al trattamento

 Area geografica Aziende operanti su tutto il territorio nazionale
 Misura •             Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria “semplificata”

•             Assegno Ordinario a carico del Fondo di IntegrazioneSalariale

•             Assegno Ordinario a carico dei Fondi di solidarietà bilaterali

•             Assegno Ordinario a carico dei Fondi di Solidarietà del Trentino e dell’Alto Adige

Causale “Emergenza COVID-19 nazionale”
Durata massima 9 settimanePer periodi decorrenti dal 23 febbraio 2020 e comunque entro il 31 agosto 2020
Modalità di erogazione Oltre al conguaglio su UNIEMENS, pagamento diretto al lavoratore, senza che si debbano comprovare le difficoltà finanziarie dell’impresa

 

2.               CIGO per le aziende operanti su tutto il territorio nazionale che si trovano già in Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria

Tipologia aziende ammesse alla misura:

Aziende operanti nei settori coperti da CIGO (vedi punto 1) che alla data del 23 febbraio 2020 abbiano in corso un trattamento di Cassa Integrazione Guadagni Straordinari.

Criteri e condizioni per accedere al trattamento: 

Area geografica  Aziende operanti su tutto il territorio nazionale
Misura Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (come al punto 1)

Previa sospensione del trattamento in corso di Cassa Integrazione Guadagni StraordinariaLa concessione della CIGO può anche riguardare i medesimi lavoratori destinatari delle integrazioni salariali straordinarie a totale copertura dell’orario di lavoro

Durata massima 9 settimane

 

  1. Assegno Ordinario FIS per le aziende operanti su tutto il territorio nazionale che hanno trattamenti di assegni di solidarietà in corso

 

Tipologia aziende ammesse alla misura:

Aziende aderenti al FIS (vedi punto 1) che abbiano in corso un assegno di solidarietà

Criteri e condizioni per accedere al trattamento: 

Area geografica  Aziende operanti su tutto il territorio nazionale
Misura Assegno Ordinario a carico del Fondo di Integrazione Salariale

La concessione dell’assegno ordinario sospende e sostituisce l’assegno di solidarietà già in corso.La concessione dell’assegno ordinario può anche riguardare i medesimi lavoratori beneficiari dell’assegno di solidarietà a totale copertura dell’orario di lavoro

Durata massima 9 settimane

 

  1. Cassa Integrazione Guadagni in Deroga per le aziende operanti nelle “Zone Rosse”

 

Tipologia aziende ammesse alla CIG in deroga:

Aziende, comprese quelle agricole, della pesca e del terzo settore, che non rientrano nella disciplina della Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria o Straordinaria, né nell’ambito del Fondo di Integrazione Salariale – FIS (vedi punto 1)

Criteri e condizioni per accedere al trattamento:

 Area geografica •             “Zone rosse” di cui all’allegato 1 del DPCM 1 marzo 2020

•             Aziende aventi unità produttive al di fuori della “zona rossa”, in riferimento ai lavoratori residenti nei predetti comuni e impossibilitati a prestare attività lavorativa

Misura  Cassa Integrazione Guadagni In Deroga
Durata massima 3 mesi
Condizioni I lavoratori destinatari delle norme devono risultare alle dipendenze dei datori di lavoro richiedenti alla data del 23 febbraio 2020.

Necessario accordo con le Organizzazioni Sindacali comparativamente più rappresentative

Procedura 1.  I trattamenti sono concessi con decreti delle Regioni interessate

2.  Presentazione della domanda esclusivamente alle Regioni interessate.

3.  Le Regioni, unitamente al decreto di concessione, inviano la listadei beneficiari all’Inps che provvede all’erogazione

4.   L’Inps eroga le prestazioni esclusivamente mediante pagamento diretto ai lavoratori. Il datore di lavoro dovrà inoltrare il modello“SR41”

 

  1. Cassa Integrazione in Deroga per le aziende operanti nelle Regioni Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna

 

Tipologia aziende ammesse alla CIG in deroga:

Aziende, comprese quelle agricole, della pesca e del terzo settore, che non rientrano nella disciplina della Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria o Straordinaria, né nell’ambito del Fondo di Integrazione Salariale – FIS (vedi punto 1)

Criteri e condizioni per accedere al trattamento:

Area geografica •              Aziende aventi unità produttive nelle Regioni Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna

•              Aziende che non hanno sede legale o unità produttiva in tali regioni in riferimento ai lavoratori residenti o domiciliati nei predetti territori e impossibilitati a prestare attività lavorativa

Misura  Cassa Integrazione Guadagni In Deroga
Durata massima  1 mese
Condizioni I lavoratori destinatari delle norme devono risultare alle dipendenze dei datori di lavoro richiedenti alla data del 23 febbraio 2020.

Il trattamento non sarà erogato a pioggia ma unicamente per i casi di accertato pregiudizio, in conseguenza delle ordinanze emanate dal Ministero della Salute, d’intesa con le Regioni.

Necessario accordo con le Organizzazioni Sindacali comparativamente più rappresentative

Procedura 1.   I trattamenti sono concessi con decreti delle Regioni interessate

2.   Presentazione della domanda esclusivamente alle Regioniinteressate

3.   Le Regioni, unitamente al decreto di concessione, inviano la lista dei beneficiari all’Inps che provvede all’erogazione

4.   L’Inps eroga le prestazioni esclusivamente mediante pagamentodiretto ai lavoratori. Il datore di lavoro dovrà inoltrare il modello “SR41”

 

  1. Cassa Integrazione Guadagni in Deroga per le aziende operanti su tutto il territorio nazionale

 

Tipologia aziende ammesse alla CIG in deroga:

Aziende, comprese quelle agricole, della pesca e del terzo settore, che non rientrano nella disciplina della Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria o Straordinaria, né nell’ambito del Fondo di Integrazione Salariale – FIS (vedi punto 1)

Criteri e condizioni per accedere al trattamento:

Area geografica  Aziende operanti su tutto il territorio nazionale
Misura  Cassa Integrazione Guadagni In Deroga
Durata massima  9 settimane
Condizioni I lavoratori destinatari delle norme devono risultare alle dipendenze dei datori di lavoro richiedenti alla data del 23 febbraio 2020.

Per le aziende con più di 5 dipendenti è richiesto un accordo con le Organizzazioni Sindacali comparativamente più rappresentative che può essere concluso anche per via telematica.

Esclusivamente pagamento diretto da parte dell’INPS

Procedura 1.   I trattamenti sono concessi con decreti delle Regioni interessate

2.   Presentazione della domanda esclusivamente alle Regioniinteressate

3.   Le Regioni, unitamente al decreto di concessione, inviano la lista dei beneficiari all’Inps che provvede all’erogazione.

4.   L’Inps eroga le prestazioni esclusivamente mediante pagamento diretto ai lavoratori. Il datore di lavoro dovrà inoltrare il modello“SR41”